25 maggio 2007

MARCO CAZZATO

Il sito di MARCO CAZZATO.

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Quella giacca e quella cravatta lì io già le ho viste da qualche parte. Credo fossero di un certo Mario. La seconda è meravigliosa, ma solo la scritta mangime. La foto anche non è male. Che però mi sa che non ho capito bene... ci sarà un'altra uscita di spaghetti? Oppure è una roba che rimarrà solo on line? Un saluto a entrambi, Marcos y Marcos... kees popinga

elfoidea ha detto...

Da bambino ho allevato piccoli di corvo, gazze ladre, è fantastico quanto la seconda illustrazione mi ricordi la mia infanzia,quando passavi vicino al piccolo di uccello con un verme o della carne trita per sfamare la sua bulimia, e tutte le volte che gli passavi vicino il piccolo urlava la sua fame e assumeva quell'espressione, alla fine del trentesimo pasto,Vomitava.
Fabrizio.

Anonimo ha detto...

Della foto ricordo il bicchiere in mano, il braccio che penzolava dallo schienale della sedia e lo sguardo preciso e fondo che non era "ti sto guardando" ma piuttosto "ti vedo"

Marco Cazzato ha detto...

Caro elfoidea, sono felice che la mia illustrazione di abbia riesumato il passato, il fatto che l'infanzia ti faccia pensare agli uccelli spiega molte cose.
per il terzo anonimo: di quella sera ho un ricordo confuso, non credo i miei sguardi fossero troppo precisi, ma se t'ho visto ti rivedrò.
il primo anonimo può succhiarmi i calzini.
infine doveroso ringraziamento al padrone di casa per l'ospitalità, grazie marcuzzo!
Salud, dinero y amor!

Anonimo ha detto...

que guapo ese gallo!
me gusta la grafica y la secuencia,
el segundo resulta atroz!
fuerte


canija

Marco Cazzato ha detto...

Muchas gracias Canija. Tu me gusta tambien!visita mi blog e perdona il mio spagnolo!

Claudio Cerri ha detto...

Davvero molto belli questi lavori

Anonimo ha detto...

QUALCUNO HA UNA FOTO DI CAZZATO NUDO ?

M ha detto...

Se mi dai l'indirizzo te la mando!

donpaolo ha detto...

artista potentissimo, mi piace praticamente tutto del tuo lavoro.

giocando con le parole

(capisc 'mme)

Sce' no ‘mborta ca no fatii abbesteca stai buono re saluta ca po' ppe mangià , quanno tieni fame vieni ccà e mangi' mme ( potrebbe urlare l'uccellino)

donpaolo ha detto...

ho visitato il tuo sito ed interpretato qualche opera, a modo mio...

una l'ho chiamata il segreto di pulcinella, opera da avere e completare a piacimento...la vignetta serve a questo??? ahahaha

donpaolo ha detto...

interessante anche la contaminazione "schtroumpfssiana" al pinocchio "collodiano"...sempre mia interpretazione non esente da critiche o smentite!

donpaolo ha detto...

oppure l'altalenante pensiero di "uccello" della tua dark girl...